con il cuore

A marzo succede che vi scriviamo una lettera un po' anomala come questo momento. Una lettera in cui vi parliamo con il cuore e vogliamo arrivare al vostro. Non faremo finta che sia tutto normale e allo stesso tempo non vogliamo alimentare nessuna paura. Siamo convinti che questo momento "fuori dalle righe" sia un'occasione per tutti, per ascoltare e riscoprire una serie di cose per le quali troppo spesso non abbiamo abbastanza tempo, che tralasciamo, ignoriamo e rimandiamo per un momento migliore che alla fine non arriva mai. Abbiamo chiuso per una settimana, abbiamo fatto ordine, imbiancato, inventariato, cambiato l'aria e i colori. Abbiamo riaperto e ci trovate sempre qui, più luminosi e un po' rumorosi (soprattutto Andreone!). Abbiamo pensato con onestà che sia inutile organizzare e infiocchettare questo mese di eventi per poi trovarci ad annullarli all'ultimo momento, navigando troppo a vista per un'attività che comunque richiede tempo e impegno non solo per i librai, ma anche per editori, autori e per il pubblico di lettori. Vi proponiamo di fare una cosa, tutti insieme: rallentiamo e godiamoci le cose piccole. Senza fermarci, solo respirando un po' di più. Per cui sappiate che: ci trovate qui tutti i giorni (a parte il lunedì che riposiamo), dalle 9 alle 22 con un sorriso, un caffè o un vino a seconda dell'ora, un consiglio letterario o anche una chiacchiera sul tempo, sul calcio, sul punk, sul cinema esistenzialista francese o sui migliori gossip di quartiere (a seconda di chi trovate in turno). Il tutto con le giuste distanze di sicurezza. Fate due passi e arrivate qui a piedi, in questi giorni c'è un gran sole!, ma pure se piove, vi ricordate quanto è figo camminare sotto la pioggia? Abbiamo preparato una lista di cose da fare che dimentichiamo spesso, che vogliamo condividere con voi e che inizia così: * bagnare i cactus * cucinare la ricetta che ci ha insegnato la bisnonna * cambiare quella lampadina nel ripostiglio che si è fulminata tre mesi fa * dire che le amiamo alle persone che amiamo (chi è in smartworking avrà sicuramente anche il tempo per provare quelle posizioni che ancora non ha provato) * non mettersi a dieta per (quasi) nessun motivo * dimenticare per un po' il telefono che tanto in libreria non serve e se lo usate vi bacchettiamo * scrivere una poesia pure se non siete poeti * fare un bagno pieno di schiuma * riflettere se non sia ora di cambiare amante * trovare cinque minuti di silenzio e goderselo * leggersi a vicenda le storie ad alta voce * ridere, ridere tanto che la serotonina è la prima medicina (e vale anche per le questioni smartworking e amanti di cui sopra) * la risata isterica non vale, però l'autorionia salva la vita sempre * lavarsi le mani, spesso e soprattutto anche per i prossimi diecimila anni [continua...] Abbiamo fatto anche una lista di consigli di lettura di cuore, che trovate qui sotto. Ma vi facciamo solo la lista perché per sapere chi di noi vi consiglia cosa, vogliamo vedervi in libreria e parlarne di persona. E un grazie di cuore a Eleonora Guido, in arte Le Noir, per averci prestato questo cuore illustrato che vi parla. Seguitela qui! Instagram: @_le_noir_ Ecco, dal nostro cuore è tutto! Abbracci virtuali Gogol&Company CONSIGLI DI LETTURA DI CUORE * Frank Westerman, Ingegneri di anime, Iperborea * Anna Siccardi, La parola magica, NN * Judith Schalansky, Inventario di alcune cose perdute, Nottetempo * Silvia Bottani, Il giorno mangia la notte, Sem * Nathalie Lèger, Suite per Barbara Loden, la Nuova Frontiera * Luca Ricci, L'amore e altre forme d'odio, La Nave di Teseo * Lorenza Spampinato, Il silenzio dell'acciuga, Nutrimenti * Alberto Albertini, La classe avversa, Hacca * José Emilio Pacheco, Ricordo e non ricordo, SUR * Richard Yates, Il vento selvaggio che passa, Minimum Fax * Gennaro Serio, Notturno di Gibilterra, L'Orma * Emmanuel Carrére, I baffi, Adelphi * Giorgio Fontana, Prima di noi, Sellerio * Dina Nayeri, L'ingrata, Feltrinelli * Lisa Taddeo, Tre donne, Mondadori * Amelia Gray, Viscere, Pidgin * Jeanine Cummins, Il sale della terra, Feltrinelli * Emma, Bastava chiedere! Dieci storie di femminismo quotidiano, Laterza * Giuseppe Pontiggia, Per scrivere bene imparate a nuotare, Mondadori > per i più giovani * Brandon Mull, Spirit animals (la saga), Il Castoro * Maitha Al Khayat, Nonna Mudi è alla moda, Gallucci * Chiara Carminati, Una storia e poi... in letargo!, Einaudi ragazzi * Janik Coat, Baci polari, L'ippocampo * Rebecca Solnit, Cenerentola libera tutti, Salani * Mr Tan e Miss Prickly, Adele crudele. Tutto questo finirà male, Becco Giallo * Assia Petricelli e Sergio Riccardi, Per sempre, Tunuè * Kim Dwinell, Le ragazze del surf. I misteri di Danger Point, Il Castoro P.S. E ricordatevi sempre quel detto antico che nei millenni ha salvato l'essere umano: nella sventura, sesso e scrittura!

Post consigliati
I post stanno per arrivare
Restate sintonizzati...
Post recenti
Archivio
Cerca per tag

Vuoi ricevere la nostra newsletter?

Partita iva 06981950964