Ad Aprile Gogol consiglia



Quindi eccoli qui, uno per uno, i consigli dei nostri librai.


* DANILO CONSIGLIA:


Ayurveda pratico. RED Edizioni

Va tenuto a portata di mano. Prima studiato, poi consultato quotidianamente. Serve per mangiare, per praticare correttamente, per respirare meglio. Per trovare la via d'uscita dal deserto.


Wu Ming 1, La Q di Qomplotto, Alegre

Preciso ed esauriente viaggio intorno al tema del complotto. Dalle accuse del sangue a Emilia Paranoica. Arrivando a QAnon. Sembra fantascienza, roba solo americana. Invece nasce tutto qui da noi.


Robert Coover, Huck Finn nel West, NNE

Ero pronto a una lettura post modernista che mi avrebbe messo in difficoltà per giorni. Invece prosa accessibilissima che ho sbranato in qualche giorno. Mi sono ritrovato nella frontiera di Lonesome Dove, altro libro da rileggere in questi giorni. E mi ha fatto venire voglia di rileggere Twain. La traduzione è un'opera d'arte.


Omer Meir Wellber, Storia vera e non vera di Chaim Birkner, Sellerio

Chaim Birkner è l'uomo più vecchio di Israele e siamo in un futuro prossimo non definito. Piani temporali differenti, come una sinfonia musicale mi ha suggerito qualcuno, raccontano la storia controversa dello Stato d'Israele.


Giulia Caminito, L'acqua del lago non è mai dolce, Bompiani

Un'amica preziosa mi ha praticamente costretto a leggerlo. Aveva ragione. I primi tre capitoli meravigliosi. Spero vinca lo Strega. Spero di non gufare! Ma Giulia è proprio brava!


Sergio Gerasi, L'Aida, Bao

Un pò "Esercito delle 12 scimmie" e un pò Luther Blisset Project. E siccome non sono per niente ferrato sul mondo dei graphic novels posso dire di essermi trovato bene tra questi colori e questi tratti.



* CARLO CONSIGLIA:


Umberto Simonetta, Tirar mattina, Baldini & Castoldi

Tirar mattina, straordinario romanzo del 1963 di Umberto Simonetta, racconta dell'Aldino, che a trentatré anni quasi compiuti decide di andare a lavorare, dopo una vita trascorsa nelle bische e a campare di piccoli espedienti. Si concederà giusto un ultimo bicchiere, che diventerà il primo di molti, fino a fargli, per l'ennesima volta, "tirar mattina". Un romanzo magnifico, ironico e pregno di malinconia allo stesso tempo, la cui vera protagonista è la città di Milano: una Milano notturna, povera, uscita malconcia dalla guerra, non ancora la capitale morale d'Italia ma una città in cui è già possibile intravedere i prodromi del boom economico che caratterizzerà il decennio. Degno di nota il linguaggio, una commistione di dialetto meneghino, gergo della malavita e italiano popolare. Una piccola perla.


Roberto Arlt, I sette pazzi, Sur

Ritorna, nella nuova traduzione di Luigi Pellisari, un grande classico della letteratura argentina, pubblicato originariamente nel 1929. Questo romanzo narra del bislacco piano di un'improvvisata banda di cospiratori alle prese con una stravagante e personalissima rivoluzione, finanziata grazie a una catena di bordelli, che muterà il corso del paese. Un surreale distillato di humour nero e bizzarrie, la storia di un complotto di matti che sognano di cambiare il mondo, ma che è inevitabilmente destinato a fallire. Consigliatissimo.


Ludovic Debeurme, Trilogia di Epiphania, Coconino Press

È uscito da poco per i tipi di Coconino il terzo volume della trilogia di "Epiphania", disegnata e scritta dal fumettista francese Ludovic Debeurme. Dopo un gigantesco tsunami e una pioggia torrenziale di meteoriti incandescenti, fanno la propria comparsa sul pianeta delle misteriose creature di nome Epifaniani, esseri metà umani e metà animali. Inizialmente appaiono indifesi e innocui, ma presto le cose prenderanno una piega inaspettata. Un gioiellino di fantascienza ecologica e politica, che tratta temi come il razzismo e la devianza nella nostra società, e finanche del rapporto tra genitori e figli. Adattissimo per chi ha amato in passato la lettura di autori come Vandermeer e Eggers e serie tv come Westworld.



* MARTA CONSIGLIA:


Eva Baltasar, Boulder, Nottetempo

Seguendo il percorso suggestivo delle metafore geologiche, dopo Permafrost, Eva Baltasar apre nuovo capitolo letterario che, con disincanto e ironia, ci costringe a fare i conti con il disgelo e il tormento dei nostri sentimenti.

Boulder è la protagonista, ma è anche una roccia, è una donna che vive viaggiando su una nave mercantile, e coltiva una solitudine perfetta e intoccabile, finché nella sua vita non arriva Samsa...


Amity Gaige, La sposa del mare, NNE

Una donna, un armadio e il diario di bordo di un viaggio in barca a vela.

Un viaggio che doveva salvare il presente e che invece travolge e ribalta tutte le fragilità; un dialogo a due voci che scardina le parole dell'amore e le ricostruisce con un senso nuovo; un'avventura che diventa naufragio, alternando cieli limpidi a mare in tempesta.


Andrea Montorio, Promemoria, add editore

Per chi aveva una Smemo alta come lo Zanichelli, per chi ha scatole e scatole piene di fotografie, e cassetti che raccontano storie in ogni oggetto. Per chi semplicemente ama avere a che fare con i ricordi e sì, anche per ossessivo-compulsivi!

Uno sguardo nuovo sul senso del ricordare, un metodo, ma anche un giocoper fare ordine tra le cose che parlano di noi. E imparare ad averne cura.


Jude Ellison S. Doyle, Il MOSTRUOSO FEMMINILE. Il patriarcato e la paura delle donne, Tlon

Una riflessione acuta e travolgente sul senso del mostruoso e della sua relazione innata con l'universo femminile, un viaggio visivo e onirico nella natura selvaggia della femminilità

Figlie, madri e mogli attraverso la paura del femminile, tra mito e letteratura, cronaca nera e cinema horror.


Susan Sontag, Davanti al dolore degli altri, nottetempo

Un ritorno in libreria che non poteva più aspettare. Un libro che ci fa riflettere sul senso della distanza dal dolore e dei mezzi con cui questa distanza viene scardinata.

Susan Sontag ci costringe a fare i conti con quello “shock” della rappresentazione fotografica che ci porta in modo autoritario e immediato davanti alla sofferenza degli altri, e mette in discussione i concetti di verità, voyeurismo, "riproduzione" e presenza per portarci al nucleo della nostra esserumanità.

Sempre attuale, sempre immenso.


Giulia Falzea e Claudia Gori, Anatomia dei sentimenti (guida illustrata alle relazioni amorose)

Un piccolo gioiello autoprodotto che mette in dialogo i pezzi di noi, del nostro corpo e di quello che sentiamo. Un atlante vivo dove racconti e fotografie sono legati a doppio filo a una lettera dell’alfabeto e a un dettaglio anatomico. Nato come progetto editoriale sul web Anatomia dei Sentimenti ha girato per tutta Italia sotto forma di reading, mostre fotografiche e proiezioni (sì, anche da Gogol&Company!).

Da avere, per chiunque collezioni bellezza.



* TOSCA CONSIGLIA (per i più piccoli):


Marianne Dubuc, IL SENTIERO, Orecchio Acerbo

I personaggi percorrono un sentiero di montagna, un sentiero che sa tanto di vita.

Si troveranno davanti a delle scelte, a raccogliere tesori, ad ascoltare e ad annusare. Con il bastone giusto e la Signora Tasso come guida nulla è impossibile!


Brian Freschi e Giulia Pintus, IL RUMORE NELLA SCATOLA, Sassi Editore

Tra mille cianfrusaglie in soffitta, la cosa più piccola e più semplice può anche essere la più misteriosa. Da una scatolina di legno bianco si sente qualcosa, un sibilo, un gracchiare oppure una botta sorda. Nessuno ha la risposta giusta.


Laura Imai Messina, GORO GORO, Salani

In un tempo lontano, nelle terre di Yamato vivono tante creature straordinarie.

Il Daruma, gli orchi dentoni, il bambino di fango e i bambini nati dalla frutta raccontano le antiche leggende giapponesi attraverso l'amicizia e il coraggio.

Post consigliati
I post stanno per arrivare
Restate sintonizzati...
Post recenti
Archivio
Cerca per tag

Vuoi ricevere la nostra newsletter?

Partita iva 06981950964